Vernici all’acqua

Per chi ha a cuore l’ambiente e le persone

Le vernici all’acqua riducono l’uso di solventi ed abbattono drasticamente la liberazione di metalli pesanti in atmosfera.

 

LA RIDUZIONE DI DISPERSIONE SOLVENTE IN ATMOSFERA DEL PRODOTTO  ALL’ACQUA  ARRIVA AL 85%
PERCENTUALE DI CRESCITA DI PRODOTTI ALL’ACQUA VENDUTI DAL 2012 AD OGGI  ca. 80%

 

Le vernici all’acqua rappresentano un’evoluzione nel campo delle vernici per quanto riguarda l’impatto ambientale.
E’ vero che esistono da molti anni ma soltanto recentemente c’è stata un’impennata nel loro utilizzo, in quanto le normative recenti (anche se non ancora uniformate in tutti i paesi) han cominciato a tener conto
maggiormente all’inquinamento e alla tutela dell’ambiente e della salute.
Le vernici all’acqua riducono l’utilizzo di solventi .
Il loro utilizzo oggi, se si ha a cuore l’ambiente è da preferire alle vernici a solvente. Con la vernice ad acqua si ha una riduzione della dispersione dei solventi in atmosfera.

 

Ma cos’è esattamente la vernice a base acqua?
Le vernici ad acqua sono vernici che contengono una certa percentuale di solventi chimici (10-15%) dispersi in acqua. Il legante o colla è una resina acrilica o poliuretanica (derivati del petrolio).
La caratteristica di quest’ultima è la sua emulsionabilità in acqua.
Teniamo conto che meno solvente è presente nella composizione e minore è l’inquinamento nell’aria.
Inoltre è un tipo di vernice meno tossica anche per il professionista che talvolta si trova a lavorare in luoghi poco ventilati.

 

D’altra parte, i prodotti a base acqua sono decisamente più sensibili alle variazioni di temperatura ed umidità rispetto ai prodotti a base solvente.
Il tempo di essiccazione di una vernice a base acqua varia in maniera sostanziale a seconda delle diverse condizioni atmosferiche: nei giorni caldi e secchi la finitura a base acqua essicca abbastanza velocemente, mentre i tempi si allungano nei giorni freschi e umidi.

 

A base acqua sono stati creati nel tempo dall’istustria una vasta gamma di prodotti per finiture pigmentate e trasparenti, monocomponenti, bicomponenti, ad essicazione UV, fondi ecc. che eguagliano (talvolta superano) i prodotti a solvente sia come caratteristiche tecniche che nelle molteplici applicazioni, con il vantaggio di essere meno tossiche.

 

Le vernici a base acqua possono essere utilizzate in tutti i settori e su materiali quali legno, metallo, plastica, vetro, pvc ecc..

 

Caratteristiche

Facilità di pulizia . Le vernici a base acqua possono essere pulite con semplice acqua purché venga fatto prima che la vernice cominci ad essiccare. Questo è sicuramente un punto di forza.
Nel caso tuttavia si lasci passare troppo tempo si potranno comunque utilizzare solventi di lavaggio dedicati.

 

Rispetto alle vernici a solvente sono più sensibili alle variazioni di temperatura e al grado di umidità dell’aria. Pertanto anche il tempo di essicazione varia in base a questi parametri.

Come verniciare ad acqua

Per verniciare ad acqua si possono utilizzare le tradizionali apparecchiature di tipo pneumatico, airless, miste o le moderne pistole di verniciatura HVLP .
I principali tipi di componenti di un umpianto di verniciatura sono:
Cabine di spruzzo, forni di essicazioni vernici, impiantistica di supporto.

Il loro utilizzo

I prodotti a base acqua vengono utilizzati principalmente per il legno sia in ambienti esterni (Fondi e intermedi, impregnanti protettivi, protettivi pigmentati e trasparenti) che interni (cerati neutri monocomponenti, finiture pigmentate monocomponenti, finiture polivalenti monocomponenti trasparenti, finiture pu trasparenti, fondi finitura polivalenti monocomponenti pigmentati,
fondi monocomponenti trasparenti, fondi pigmentati monocomponenti, fondi pu trasparenti).

Campi d’applicazione

Manufatti in legno per interni, arredamenti e accessori, mobili in stile, torniti, sedie, perline, complementi di mobili, cornici e accessori d’arredo, porte, serramenti, staccionate.